Miele di acacia BIO 250g

Rif: Tds0847  -  Melauro

Aggiungi alla lista dei desideri

Melauro

Tds0847

Scheda tecnica

Biologico Si
Vegan Ok No
Gluten Free No
Raw Food No

Riferimenti Specifici

Recensioni

Non ci sono recensioni dei clienti per il momento.

Scrivi la tua recensione

Miele di acacia BIO 250g

Scrivi la tua recensione

16 altri prodotti della stessa categoria:
Rif: Tds0848  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0856  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0863  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0857  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0842  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0844  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0855  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0846  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0841  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0792  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0852  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds1834  -  Melauro

Miele tipicamente alpino, per le scarse quantità che se ne producono può definirsi un prodotto di nicchia. Cristallizza spontaneamente alcuni mesi dopo il raccolto.

Anteprima
Rif: Tds0850  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds0843  -  Melauro

Melauro.png      Di_Sicilia_1.png

Miele vitaminico, calmante nei casi di insonnia, nervosismo e di emicrania, leggermente astringente. Mescolato con tè ghiacciato è un ottimo dissetante. Prodotto in Sicilia.

Anteprima
Rif: Tds0845  -  Melauro
Anteprima
Rif: Tds1832  -  Melauro

Miele del Sud Italia, cristallizza alcuni mesi dopo il raccolto, spesso a grana fine, il colore chiaro, odore e aroma sono di media intensità. E' un miele tipicamente fine.

Anteprima
I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:
Anteprima
Anteprima
Rif: Tds0186

larocca.jpg      foglionina_bio.jpg

Peperoni biologici sott'olio, coltivati e trasformati dall'Azienda Agricola Borgo La Rocca.

Anteprima
Rif: Tds0743
Anteprima
Anteprima
Anteprima
Rif: Tds1990

Cicerchie biologiche coltivate a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

Anteprima
Rif: Tds0295

   

"Lupino Gigante" o "Lupinone" o "Lupinaccio di Vairano" sono tutti sinonimi di questo antico legume storicamente coltivato nell'area di Vairano (CE), al confine tra Campania e Lazio.

Il Lupino Gigante di Vairano (Presidio Slow Food) si distingue dai comuni lupini per le sue dimensioni, per il gusto più intenso e per la preparazione, completamente naturale e a base di sola acqua e sale.

Legumi dalle numerose proprietà benefiche, curative e nutrizionali, i Lupini sono in grado di apportare notevoli benefici all'organismo e alla sua salute, riducono il diabete e sono una ottima fonte di proteine vegetali. 

Ottimi come spuntino o antipasto, magari accompagnati da olive e semi di zucca. 

Anteprima